Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Accetto

Lo Studio Crispino s’impegna nel fornirvi la migliore esperienza online durante la visita al nostro sito web. In tale processo utilizziamo cookie standard di terzi per ottenere i dati relativi al vostro comportamento online durante la visita ai nostri siti web e registriamo anche la frequenza delle vostre visite al nostro sito web. Raccogliamo le informazioni in forma anonima ed esse non vi identificano come individui, salvo il caso in cui presentiate la vostra candidatura per un lavoro, compiliate un modulo, rispondiate a un’indagine oppure vi registriate per ricevere degli avvisi tramite email mediante un servizio offerto dal nostro sito web. Se non desiderate accettare la presente Policy siete pregati di non continuare con l’utilizzo del nostro sito web.

ISMEA

ISMEA

ISMEA finanzia progetti di sviluppo aziendale o consolidamento promossi da un giovane che intende subentrare in un'azienda agricola o che sia già titolare di un'azienda da almeno due anni.

 I progetti finanziabili devono riferirsi ai settori della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Obiettivo di tale misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani nelle iniziative imprenditoriali.

ISMEA ,inoltre, in armonia con gli obiettivi strategici a livello nazionale e comunitario, intende favorire ed incentivare  l’ingresso dei giovani in agricoltura. A tal fine, è stato predisposto uno specifico regime di aiuto finanziario denominato “Agevolazioni per l’insediamento di giovani in agricoltura”. Esso è  lo strumento di finanza agevolata per chi intende acquistare una nuova azienda agricola beneficiando di un contributo in conto interessi pari a €70.000.

Si tratta dunque di finanziamenti a tasso zero rivolti a Giovani Agricoltori che intendono avviare un’attività in agricoltura oppure intendono subentrare in un’azienda agricola già esistente.

Lo Studio Crispino propone ai giovani interessati ad usufruire delle agevolazioni finanziarie ISMEA consulenza sulle loro possibilità di accesso.

 

Lo Studio Crispino infatti, si occupa di verificare la compatibilità con i requisiti normativi ed offre un servizio completo di assistenza a coloro i quali sono interessati ad accedere agli strumenti per il primo insediamento in agricoltura o per il subentro.

 

  • PRIMO INSEDIAMENTO IN AGRICOLTURA

    BENEFICIARI

    Giovani di età compresa tra i 18 ed i 40 anni, anche organizzati in forme societarie.

     

    CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA'

     - Presentazione di un piano aziendale che dimostri la sostenibilità economica e finanziaria dell’operazione di leasing in relazione allo sviluppo dell’attività agricola articolato su un periodo di almeno 5 anni.


     - Possedere adeguate capacità e competenze professionali o da acquisire nei successivi 36 mesi dall’approvazione.

     

    CAUSE DI ESCLUSIONE

    Non sono ammessi alle agevolazioni:

    - i richiedenti che al momento della presentazione della domanda risultino già insediati. Ovvero chi è già in possesso di iscrizione INPS ;  partiva IVA nel settore agricolo; iscrizione alla CCIAA nell’apposita sezione riservata alle imprese agricole; assunzione della responsabilità civile e fiscale della gestione dell’azienda agricola;

    - le imprese in difficoltà;

    - le imprese destinatarie di un ordine di recupero di aiuti;

    - i richiedenti che intendono insediarsi in imprese/società agricole, nelle quali in precedenza si era già insediato un altro giovane beneficiario del premio;

    - i richiedenti che svolgono attività agro-meccanica;

    - i richiedenti che, alla data di presentazione della domanda, siano in attesa di percepire un premio di primo insediamento in quanto destinatari di un decreto di concessione;

    - i richiedenti che si insediano in aziende create dal frazionamento di aziende esistenti, salvo che la nuova azienda risulti efficiente sotto l’aspetto economico ed occupazionale in relazione alle attività previste nel piano aziendale;

    - gli interventi fondiari tra coniugi, anche separati, parenti ed affini entro il primo grado;

    - i richiedenti con carichi pendenti o nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile. 

     

    AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

    Il premio di insediamento è concesso nel quadro di un’operazione di leasing, in conto interessi, ad abbattimento delle rate, da restituire secondo un piano di ammortamento, di durata variabile tra 15 e i 30 anni.

    L’ammontare massimo dell’aiuto non può essere superiore alla somma di 70.000 €.

     

  • SUBENTRO E SVILUPPO DELL'IMPRENDITORIA GIOVANILE IN AGRICOLTURA

    BENEFICIARI

    Giovani di età  compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, anche organizzati in forma societaria, che intendono subentrare nella conduzione di un'azienda, o che siano già conduttori di un'azienda agricola e che ne presentino un progetto per lo sviluppo o il consolidamento.

     

    CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA'

    Microimprese e PMI, che subentrino nella conduzione di un'intera azienda agricola, Le imprese devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

    - essere costituite da non più di sei mesi dalla data di presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni;

    esercitare esclusivamente l'attività agricola

    - essere amministrate e condotte da un giovane di età compresa tra i 18 ed i 40 anni non compiuti, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale o di coltivatore diretto, nel caso di società, essere composte, per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione, ed amministrate, da giovani imprenditori agricoli con i predetti requisiti

    - essere già subentrate, anche a titolo successorio, da non più di sei mesi alla data di presentazione della domanda, nella conduzione dell'intera azienda agricola, ovvero subentrare entro 3 mesi dalla data della delibera di ammissione alle agevolazioni mediante un atto di cessione d'azienda;

    - avere sede operativa nel territorio nazionale;

    Microimprese e PMI che presentino progetti per lo sviluppo o il consolidamento di iniziative nei settori della produzione e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, attive da almeno due anni alla data di presentazione della domanda di agevolazione. Tali imprese devono essere in possesso dei requisiti precedentemente elencati.

     

    L'impresa cedente deve essere iscritta alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, avere partita IVA e il legittimo possesso dell'azienda da almeno due anni al momento della presentazione della domanda, o nei due anni precedenti il subentro se questo e' avvenuto prima della presentazione della domanda. 

     

    CAUSE DI ESCLUSIONE

    Le agevolazioni non si applicano:

    - alle imprese in difficoltà e ai beneficiari destinatari di ordini di recupero pendenti a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara gli aiuti illegittimi e incompatibili con il mercato interno

    non possono essere concesse contravvenendo ai divieti o alle restrizioni stabiliti dal Regolamento sull’organizzazzione comune dei mercati dei prodotti agricoli, nonche' a quanto stabilito nei Programmi di sviluppo rurale delle regioni in cui gli investimenti devono essere effettuati. 

     

    AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

    Sono concessi mutui agevolati a un tasso 0, della durata minima di 5 anni e massima di 10 anni, di importo non superiore al 75% delle spese ammissibili. Per le iniziative nel settore della produzione agricola primaria il mutuo agevolato ha una durata, non superiore a 15 anni.

    I progetti finanziabili non possono prevedere investimenti superiori a 1.500.000 euro, IVA esclusa e devono perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

     

    - miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell'azienda agricola;

    - miglioramento dell'ambiente naturale, delle condizioni di igiene o del benessere degli animali;

    realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all'adeguamento ed alla modernizzazione dell'agricoltura. 

     

Newsletter

Iscriviti per essere sempre informato