Industria culturale e creativa

Industria culturale e creativa

Sviluppo e sostegno di attività imprenditoriali nella filiera culturale e creativa per lo sviluppo ed il consolidamento del settore produttivo collegato al patrimonio culturale italiano.

Soggetti beneficiari

Nuove imprese dell’ industria culturale
– Imprese costituite da meno di 3 anni, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le cooperative;
– Persone fisiche che intendono costituire un’ impresa.

Imprese dell’ industria culturale e turistica
– Imprese costituite da meno di 3 anni, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le cooperative.

Terzo settore nell’ industria culturale
Soggetti del Terzo settore:
– se imprese, costituite in forma societaria, incluse le cooperative;
– se ONLUS, iscritte presso l’ anagrafe delle ONLUS;

Programmi ammissibili

Nuove imprese dell’ industria culturale
Programmi di investimento:
– di importo Max € 400.000,00;
– realizzati presso un’ unità produttiva ubicata nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia;
– relativi alle attività economiche IN ALLEGATO;
– che prevedono introduzione di innovazioni di processo, prodotto o servizio, organizzative, di mercato,nelle aree di economia della conoscenza, economia della conservazione, economia della fruizione, economia della gestione.

Imprese dell’ industria culturale e turistica
Programmi di investimento:
– di importo Max € 500.000,00;
– realizzati presso un’ unità produttiva dei Comuni elencati IN ALLEGATO  sezione A; 
– relativi alle attività economiche IN ALLEGATO;
– inseriti nelle seguenti aree:
1. fruizione turistica e culturale degli ambiti territoriali di riferimento degli attrattori ( musei, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, parchi e giardini         storici);
2. promozione e comunicazione per la valorizzazione delle risorse culturali;
3. recupero e valorizzazione di produzioni locali di beni e servizi.

Terzo settore nell’ industria culturale
Programmi di investimento:
– di importo Max € 400.000,00;
– realizzati presso un’ unità produttiva ubicata nei Comuni elencati IN ALLEGATO sezione B;
– relativi alle attività elencate IN ALLEGATO;
– inseriti nelle seguenti aree:
1. attività collegate alla gestione degli attrattori e delle risorse culturali del territorio;
2. attività collegate alla fruizione degli attrattori e delle risorse culturali del territorio;
3. attività di animazione e partecipazione culturale;

Spese e costi ammissibili

– Macchinari, impianti, attrezzature, arredi e mezzi mobili
– Programmi informatici, brevetti, licenze e marchi, certificazioni, konw-how e conoscenze tecniche
– Costi di gestione ( max 20%) consistenti in personale interno qualificato, servizi per le tecnologie dell’ informazione e comunicazione, consulenze esterne specialistiche prestate da Università e Centri di ricerca pubblici o da imprese e persone fisiche competenti.

Agevolazioni concedibili

Nuove imprese dell’ industria culturale
– Finanziamento agevolato a tasso zero, per un Max 40% dell’ investimento e durata Max 8 anni, elevabile al 45 % in caso di impresa femminile o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità;
– Contributo a fondo perduto, per un Max 40% dell’ investimento , elevabile al 45% nei casi precedenti.
In tutti i casi, il contributo totale concesso sarà ripartito in misura uguale tra le due forme di finanziamento.

Imprese dell’ industria culturale e turistica
– Finanziamento agevolato a tasso zero, per un Max 60% dell’ investimento e durata Max 8 anni, elevabile al 65 % in caso di impresa femminile o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità
– Contributo a fondo perduto, per un Max 20% dell’ investimento , elevabile al 25% nei casi precedenti
In tutti i casi, il contributo totale concesso sarà composto da 25% componente fondo perduto e 75% finanziamento agevolato.

Il totale delle agevolazioni concesse sulle spese di gestione non può superare il 20% totale delle agevolazioni concesse; le spese di gestione saranno finanziate solo
con finanziamento agevolato.

Terzo settore nell’ industria culturale
Contributo a fondo perduto fino all’ 80% dell’investimento, elevabile al 90% in caso il soggetto richiedente sia qualificabile come impresa ed abbia le caratteristiche di impresa femminile o impresa giovanile o sia in possesso del rating di legalità.

Risorse disponibili

Nuove imprese dell’ industria culturale: € 41.704.000,00
Imprese dell’ industria culturale e turistica: € 37.807.000,00
Terzo settore nell’ industria culturale: € 27.422.000,00

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password