Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Accetto

Lo Studio Crispino s’impegna nel fornirvi la migliore esperienza online durante la visita al nostro sito web. In tale processo utilizziamo cookie standard di terzi per ottenere i dati relativi al vostro comportamento online durante la visita ai nostri siti web e registriamo anche la frequenza delle vostre visite al nostro sito web. Raccogliamo le informazioni in forma anonima ed esse non vi identificano come individui, salvo il caso in cui presentiate la vostra candidatura per un lavoro, compiliate un modulo, rispondiate a un’indagine oppure vi registriate per ricevere degli avvisi tramite email mediante un servizio offerto dal nostro sito web. Se non desiderate accettare la presente Policy siete pregati di non continuare con l’utilizzo del nostro sito web.

Invitalia: Autoimpiego e Microimprese

Invitalia: Autoimpiego e Microimprese

Per i giovani disoccupati che vogliono intraprendere una attività in proprio grazie viene ricapitalizzata la misura dell'Autoimpiego di Invitalia con un fondo di 40 milioni di euro e prevede un contributo a fondo perduto pari al 50% degli investimenti effettuati e delle spese sostenute il primo anno .

Vengono inoltre rifinanziate le misure relative alle Microimprese, ossia iniziative imprenditoriali promosse da società di persone di nuova costituzione

La  riapertura  dei termini per la presentazione delle domande è prevista solamente per le  regioni: Sicilia, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, e Sardegna.

Le iniziative agevolabili possono riguardare qualsiasi settore (produzione di beni, fornitura di servizi, commercio).  Le risorse potranno dunque essere utilizzate sia per investimenti che per le spese di gestione, si attende la pubblicazione del decreto attuativo in gazzetta ufficiale per poter presentare domanda.

Lo Studio Crispino propone  alle Microimprese ed ai giovani interessati ad usufruire dei finanziamenti Autoimpiego Invitalia consulenza sulle loro possibilità di accesso. Lo Studio Crispino si occupa infatti di verificare la compatibilità con i requisiti ed offre un servizio completo a coloro i quali sono interessati ad accedere alle agevolazioni.

 

BENEFICIARI      

         Microimprese e ditte individuali promosse da soggetti non occupati.

      Per quel che concerne la misura "Microimprese" sono finanziabili le seguenti tipologie di società:

- società in nome collettivo (S.n.c.)
- società semplici (S.s.)
- società in accomandita semplice (S.a.s.).
nelle quali almeno la metà dei soci sia non occupata al momento della presentazione della domanda.

       Possono accedere alla misura "Autioimpiego":

     Soggetti maggiorenni non occupati (soggetti privi di contratto di lavoro subordinato, senza partita iva, non titolari di altre attività che siano operative al momento di presentazione dell’istanza), con sede legale dell'attività da costituire in una delle regioni previste dalla misura.

     Coloro che intendano partecipare alla misura dovranno aprire la Partita Iva solo dopo aver presentato la domanda.

 

SPESE AMMISSIBILI

Investimenti (attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti; beni immateriali a utilità pluriennale; ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti).

Spese di gestione(materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo; utenze e canoni di locazione per immobili; oneri finanziari con l'esclusione degli interessi del mutuo agevolato; prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati.

 

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

Per le Microimprese:

Viene finanziato il 100% dell’importo ammesso, di cui una parte a fondo perduto e la restante attraverso un finanziamento a tasso agevolato.
L’importo massimo dell’investimento non può superare i € 129.114.
Il fondo perduto complessivo (tra contributo sugli investimenti e spese di gestione) non può superare il 50% delle spese.
 
Per la misura Autoimpiego:
Il finanziamento erogabile può raggiungere 25.000 euro così diviso:

- Il finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti è pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedibili, e non può superare l'importo di 15.494 €.

- Il contributo a fondo perduto per gli investimenti è pari alla differenza tra gli investimenti (ritenuti ammissibili) e l'importo del finanziamento a tasso agevolato.

- Il contributo a fondo perduto per le spese di gestione del 1° anno non può superare l'ammontare massimo di € 5.164,57.

 

 

Newsletter

Iscriviti per essere sempre informato